Cavatelli con sgombro e pomodorini saltati - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Food
31/08/2017

Cavatelli con sgombro e pomodorini saltati

Cavatelli con sgombro e pomodorini saltati

Tipo di piatto:

Primi Piatti

Preparazione:

30 minuti

Difficoltà:

media

Ingredienti:

cavatelli

400 g

filetti di sgombro al naturale

200 g

pomodorini

400 g

aglio

1 spicchio

olio extravergine di oliva

q. b.

basilico

qualche foglia

sale

q. b.

peperoncino

q. b. (se gradito)

In molti pensano che preparare un buon primo piatto di pesce sia un’esclusiva degli chef e che in casa sia impossibile ottenere un risultato soddisfacente.

Oggi ti sveleremo qualche trucco che ti farà capire quanto in realtà sia facile ottenere primi piatti gourmet direttamente nella tua cucina!

Partiamo da una delle ricette italiane più conosciute, ma meno preparata in casa: gli spaghetti con le vongole.

Ti assicuro che prepararla non è così complicato e sai qual è il vero trucco?

Conservare l’acqua rilasciata dalle vongole al momento dell’apertura, filtrarla e aggiungerla al resto del condimento. Cambierà completamente il risultato finale!

La stessa cosa dovrai fare per la pasta con le cozze o per altri molluschi.

Inoltre, per una perfetta riuscita scegli una pasta di grano duro ruvida che possa favorire la mantecatura e aiutarti a creare un sughino denso che ben si leghi alla pasta.

Se ami i brodetti fai cuocere i pesci interi nel sugo con un buon soffritto misto di aglio e cipolla, poi, una volta pronti, spostali in uno scolapasta posto su un contenitore in modo da poter raccogliere il loro brodo e spina completamente la polpa.

Mi raccomando non dimenticare di spinare la testa: la sua polpa è la più saporita!

Se utilizzi pesci molto grandi, la testa può essere sufficiente per preparare brodetti ricchi e saporiti.

Aggiungi nuovamente la polpa al fondo di cottura e fai insaporire bene cuocendo ancora per qualche minuto prima di aggiungervi la pasta.

Quando usi i crostacei utilizza la testa e il carapace per insaporire il sugo: saranno proprio loro a dare il gusto di mare al piatto!

Preferisci i sughi con seppie o calamari, ma risultano sempre troppo duri?

Per ottenere una carne soda, ma tenera hai 2 strade: fai cuocere il tutto il meno possibile oppure lasciati andare a cotture lente che renderanno i tuoi sughi intensi con molluschi tenerissimi.

Puoi provare anche un altro trucchetto: lascia a bagno le seppie, i totani o i calamari a marinare nella birra. Questo ammorbidirà la loro carne.

Non hai tempo per pulire il pesce fresco?

Allora utilizza il pesce in conserva!

Il tonno è un ingrediente molto usato per i condimenti dei primi piatti, la pasta integrale con le zucchine crude o le bavette con tonno e capperi sono alcuni esempi, ma anche lo sgombro si presta per moltissimi abbinamenti interessanti.

In questo piatto i filetti di sgombro, uniti alla pasta fresca e ai sapori dell’estate, vengono trattati proprio come il pesce fresco, ma con una cottura molto più rapida.

Questi cavatelli con sgombro e pomodorini saltati diventano un vero piatto da chef, ma potrai dire di averlo preparato con le tue mani!

In molti pensano che preparare un buon primo piatto di pesce sia un’esclusiva degli chef e che in casa sia impossibile ottenere un risultato soddisfacente.

Oggi ti sveleremo qualche trucco che ti farà capire quanto in realtà sia facile ottenere primi piatti gourmet direttamente nella tua cucina!

Partiamo da una delle ricette italiane più conosciute, ma meno preparata in casa: gli spaghetti con le vongole.

Ti assicuro che prepararla non è così complicato e sai qual è il vero trucco?

Conservare l’acqua rilasciata dalle vongole al momento dell’apertura, filtrarla e aggiungerla al resto del condimento. Cambierà completamente il risultato finale!

La stessa cosa dovrai fare per la pasta con le cozze o per altri molluschi.

Inoltre, per una perfetta riuscita scegli una pasta di grano duro ruvida che possa favorire la mantecatura e aiutarti a creare un sughino denso che ben si leghi alla pasta.

Se ami i brodetti fai cuocere i pesci interi nel sugo con un buon soffritto misto di aglio e cipolla, poi, una volta pronti, spostali in uno scolapasta posto su un contenitore in modo da poter raccogliere il loro brodo e spina completamente la polpa.

Mi raccomando non dimenticare di spinare la testa: la sua polpa è la più saporita!

Se utilizzi pesci molto grandi, la testa può essere sufficiente per preparare brodetti ricchi e saporiti.

Aggiungi nuovamente la polpa al fondo di cottura e fai insaporire bene cuocendo ancora per qualche minuto prima di aggiungervi la pasta.

Quando usi i crostacei utilizza la testa e il carapace per insaporire il sugo: saranno proprio loro a dare il gusto di mare al piatto!

Preferisci i sughi con seppie o calamari, ma risultano sempre troppo duri?

Per ottenere una carne soda, ma tenera hai 2 strade: fai cuocere il tutto il meno possibile oppure lasciati andare a cotture lente che renderanno i tuoi sughi intensi con molluschi tenerissimi.

Puoi provare anche un altro trucchetto: lascia a bagno le seppie, i totani o i calamari a marinare nella birra. Questo ammorbidirà la loro carne.

Non hai tempo per pulire il pesce fresco?

Allora utilizza il pesce in conserva!

Il tonno è un ingrediente molto usato per i condimenti dei primi piatti, la pasta integrale con le zucchine crude o le bavette con tonno e capperi sono alcuni esempi, ma anche lo sgombro si presta per moltissimi abbinamenti interessanti.

In questo piatto i filetti di sgombro, uniti alla pasta fresca e ai sapori dell’estate, vengono trattati proprio come il pesce fresco, ma con una cottura molto più rapida.

Questi cavatelli con sgombro e pomodorini saltati diventano un vero piatto da chef, ma potrai dire di averlo preparato con le tue mani!