I frutti del benessere: conosciamo le virtù del melone - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Nutrizione&Benessere
02/08/2017

I frutti del benessere: conosciamo le virtù del melone

I frutti del benessere: conosciamo le virtù del melone

Con l’arrivo del grande caldo, cresce la voglia di mangiare fresco e salutare. L’estate può essere il migliore alleato, perché dà l’opportunità di integrare nella propria dieta alimenti gustosi e pieni di nutrienti fondamentali per il nostro organismo. In questo articolo parliamo in particolare di uno dei frutti estivi per eccellenza: il melone.

Si tratta di un frutto molto saporito, profumato e a basso contenuto calorico. La sua caratteristica nutrizionale più evidente è il suo essere molto dissetante, grazie all’alto contenuto di acqua. Proprio da ciò nasce il suo abbinamento con il prosciutto crudo, che invece è salato, per il più classico degli antipasti.

Oltre che prevenire la disidratazione, il melone ha molte altre qualità interessanti. È ricco di vitamina A, nella forma di betacarotene, che gli conferisce il colore arancione e che lo rende un antidoto alla formazione dei pericolosi radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento delle cellule, e un prezioso alleato per la tintarella. Ha inoltre un alto contenuto di vitamina C, che è indispensabile per l’organismo sotto tantissimi punti di vista, uno dei quali è il suo efficace potere antiossidante.

Ma non finisce qui, perché il melone è infatti un fantastico integratore naturale: al suo interno troviamo magnesio, potassio, calcio e fosforo, ovvero i minerali che si perdono con la sudorazione. Mangiarne qualche fetta aiuta quindi a ripristinare nel nostro organismo il livello corretto di sali minerali dopo lo sport, o ad affrontare una giornata al sole senza il rischio di disidratarsi.

La presenza al suo interno del ferro lo rende anche un alimento consigliato per chi soffre di anemia.

Un’altra grande dote del melone è la sua versatilità dal punto di vista gastronomico. Abbiamo già parlato del suo uso più comune come antipasto, ma il melone è ottimo anche come condimento per primi piatti, come ad esempio il risotto al melone, una prelibatezza che profuma d’estate fin dal primo boccone.

Può inoltre diventare la base per un secondo, affiancato a prosciutto o bresaola, oppure vicino a formaggi freschi come la mozzarella o la robiola. E, naturalmente, può trovare il suo spazio in ricche e gustose macedonie, magari al termine di un pasto estivo a base di pesce fresco o in conserva: una soluzione che garantisce un’eccezionale varietà di nutrimenti buoni per il nostro corpo.

Che sia il protagonista del nostro piatto, o che sia un degno comprimario, il melone ci aiuta a portare in tavola il benessere dell’estate

Di Carmen Zedda, Nutrizionista di Bologna si occupa di diete per sportivi, educazione alimentare, dieta personalizzata.