Funghi: come abbinarli al pesce? - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Lifestyle
21/10/2016

Funghi: come abbinarli al pesce?

Funghi: come abbinarli al pesce?

 
A tavola non c’è distanza geografica e non è difficile trovare nel menù dei ristoranti piatti che uniscono ingredienti di mare a quelli delle montagne.

Tanti sono gli antipasti o i primi piatti “mare e monti”, un modo di dire ormai abbandonato che sembra riportare alla cucina degli anni ’80 e ’90.

In realtà cambia il modo di dire, ma le ricette che uniscono il pesce ai funghi non passano di moda e riescono sempre ad attrarre i commensali.

Tuttavia non è corretto parlare genericamente di pesce e di funghi visto che ne esistono di infinite varietà e ognuno ha caratteristiche proprie.

Come fare quindi per districarsi nella scelta e creare piatti mare e monti a prova dei palati più gourmet?

 

Di seguito troverai i nostri consigli per abbinare pesce e funghi nel modo giusto, rispettando tutti i sapori!

 

Iniziamo dai crostacei, con il loro sapore unico dolce e delicato che però può avere tante sfumature diverse!

Puoi abbinare i crostacei dal sapore più corposo come gamberi e gamberoni a funghi dal gusto intenso come quello dei porcini, mentre per gli scampi o le canocchie preferisci funghi polposi, ma più delicati come i finferli.

Grazie alla loro morbidezza, questi ultimi sono perfetti per essere abbinati anche a molluschi come vongole e cannolicchi.

Prova questo abbinamento con primo piatto di pasta fresca o un sauté alla francese con una base di panna.

I finferli possono essere utilizzati anche per preparazioni delicate con totani, seppie, moscardini o calamari.

Per questi molluschi, ma con cotture in umido, sono perfetti i chiodini, un fungo polposo e saporito che ben si adatta alle lunghe cotture.
Preferisci i funghi piccoli più sodi rispetto a quelli adulti e prova una cottura lunga, circa un’ora, in modo da ottenere molluschi tenerissimi e un sugo cremoso. Prepara poi tanti crostini di pane o una delicata polenta: l’abbinamento sarà perfetto!

Con pesci come l’orata, la spigola o il branzino puoi utilizzare funghi saporiti e carnosi: scegli tra il porcino o i cardoncelli, questi ultimi facilmente reperibili anche al supermercato. Puoi cuocere i filetti del pesce in padella e arricchirli con i funghi trifolati.

 

Gli champignon, oltre al classico abbinamento con i gamberi, puoi utilizzarli per gustose scaloppine di merluzzo, salmone e pesce spada, ma puoi abbinarli anche al pesce in conserva visto il suo gusto più intenso e saporito.

Con lo sgombro o il tonno sott’olio e i funghi puoi creare anche dei timballi gustosi e delicati, perfetti per un antipasto o un piatto unico.

Ti sembrerà pazzesco, ma anche le ostriche possono essere abbinate a funghi saporiti come gli champignon o il porcino. Per un piatto davvero d’élite prova a gratinare le ostriche con una panatura ai funghi porcini.
Se hai a disposizione dei pioppini, preferisci abbinamenti con pesci delicati che hanno bisogno di essere valorizzato come, ad esempio, il pesce persico.

 

E per quanto riguarda il tartufo?

E’ il caso di giocare con i contrasti! Puoi abbinarlo a capesante, gamberi o scampi caratterizzati da un sapore dolce e delicato. Creerai un interessante gioco di sapori e consistenze!