Mari cristallini, profumo di cocco e colori verde lime: la terra che ti sussurra Hakuna Matata - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Lifestyle
08/05/2017

Mari cristallini, profumo di cocco e colori verde lime: la terra che ti sussurra Hakuna Matata

Mari cristallini, profumo di cocco e colori verde lime: la terra che ti sussurra Hakuna Matata

Volare su terre inesplorate fa sempre un certo effetto. Ti tremano le gambe, poi non sai cosa ti aspetti e l’eccitazione è bellissima. L’aria è più leggera, il cielo sembra di un azzurro diverso e le cortecce degli alberi sono sempre più marroni di quelle che hai visto il giorno prima.

Poi è il turno del mare, l’unico vero amante che non tradisce mai le sue sponde, nonostante sia acqua (che poi solo acqua non è) è sempre la più bella del mondo, ogni volta che la vedi è sempre più limpida, più naturale, più fresca che mai.

Esiste una terra che per scelta non desidera la luce artificiale, cucina sui carboni ardenti e la miglior protezione per il sole che conosca sono le alghe del suo oceano e la stessa sabbia davanti a casa.

Benvenuti sull’isola di Zanzibar, anzi benvenuti in un paesino pieno di sorrisi stampati in volto e un viale lungo km di manghi. Profumo di lime, biciclette mezze rotte ma decisamente funzionanti (tanto da poter portare 3 bambini, addirittura 4/5 alle volte), un cesto di vimini pieno di frutta e un cuore che batte all’unisono con la propria terra.

15975009_10211013174381822_7090567806235303063_o

Jambo – che significa ciao– è una parola che accoglie e ti concede di entrare all’interno di una leggenda fatta di sapori.

Jambiani è un paesino nel e dal cuore di Zanzibar, sulla costa sud/est, la cui bellezza è inspiegabile a parole. La meraviglia di questo pezzo di paradiso è fatta di coltivazione d’alghe, cocchi reali e un pescato di tutto rispetto. Jambiani è famosa per le aragoste e per la sua tradizione culinaria.

Tra i fornelli di una casa in riva al mare, nascosta tra banani e vecchie auto colorate, conosco Hebela; in quel momento penso: <<non so se sia il suo vero nome ma è così accogliente che l’unica cosa che mi importa fare è ascoltare le sue parole (quelle che capisco) e vedere le sue mani muoversi con facilità e velocità tra quei fornelli tanto belli quando vecchi e anche un po’ sporchi (devo ammetterlo)>>.

I profumi che escono da questa cucina ci insegnano una ricetta da chef quadrato (cosa vuol dire?), lo chef quadrato è semplicemente lo chef che non ti aspetti, la ricetta che ti sorprende, l’ingrediente segreto rivelato.

Pentole di rame (credo) – ho provato a chiederle di cosa fossero fatte ma secondo me non lo sapeva nemmeno lei – prodotti 100% locali e una maestria che lascia con il fiato sospeso.

Ecco a voi, tra mare cristallino, sabbia bollente sotto i piedi e qualche parola improvvisata, un piatto dai mille battiti del cuore: TONNO SCOTTATO AL CURRY ROSSO, CREMA DI MANGO E LIME… cioè la ricetta che ti sussurra HAKUNA MATATA.

Gli ingredienti li potete capire da voi, ma il trucco è la calma, la cottura del tonno (così da mantenerne tutte le proprietà) e le spezie comprate nel mercato di Stone Town, altrimenti non è lo stesso…vi avviso!

Scherzi a parte credo davvero che una delle cose che valga davvero la pena comprare quando si viaggia siano le spezie, ad ogni paese le sue: uniche, magiche, profumate.

Lasciatevi cullare dalla cultura di ogni popolo che vi ospiterà, sarà tutto un di più.

Questo articolo è stato scritto da una delle nostre PinkTrotters, appassionate di viaggio che ci portano alla scoperta di #StorieDiMare, raccontandoci, con uno storytelling fotografico d’impatto, i luoghi di mare più caratteristici in giro per il mondo.