Menu detox per essere più in forma in vista dell’estate - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Nutrizione&Benessere
25/05/2018

Menu detox per essere più in forma in vista dell’estate

Menu detox per essere più in forma in vista dell’estate

Quando ci capita di sentirci spossati e appesantiti dovremmo fermarci un attimo e riflettere sul nostro stile di vita. Essere sempre di fretta, mangiare male e sentire il peso dello stress possono avere un’influenza negativa sulla nostra vitalità e sulla nostra linea. Forse è arrivato il momento di dedicare qualche attenzione in più al nostro benessere: un menu detox può proprio aiutarci a elimianare le tossine accumulate e farci sentire più leggeri e in forma.

Sono molti i fattori che possono favorire l’accumulo di tossine nel nostro organismo . Ad esempio, una vita sedentaria o molto stressante, uno stile alimentare troppo ricco di grassi, additivi e conservanti oppure scarso dei nutrienti fondamentali, ma anche l’assunzione di farmaci, fumo e abuso di alcolici possono alterare la funzione depurativa di fegato, reni e mucosa intestinale.

È importante prendersi cura di sé: dedicarci dei momenti di depurazione attraverso un menu detox ci può aiutare a mantenere in salute l’organismo, favorire il corretto funzionamento degli organi, e prevenire la formazione e l’accumulo dei radicali liberi. Non solo: depurarsi migliora la qualità del sonno, l’umore, una sensazione di benessere generale e favorisce la forma fisica. L’accumulo di tossine, infatti, altera l’assorbimento dei nutrienti nell’intestino e contribuisce a rendere più lento il metabolismo.

Per attuare un piano detox, non è necessario sottoporsi a grandi rinunce: bisogna però sapere quali alimenti preferire e come abbinarli all’interno di un regime che può oscillare tra le 1200 e le 1500 calorie al giorno, a seconda del nostro stile di vita e dello stato di salute. Non bisogna patire la fame, quindi, ma impegnarsi a introdurre solo i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno. Il regime, soprattutto quando non comporta tagli radicali, può essere seguito per un paio di settimane.

Tra gli ingredienti più indicati per i menu disintossicanti, troviamo gli alimenti ricchi di fibre e di acqua, come frutta e verdura, che non dovrebbero mai mancare in una dieta equilibrata. In particolare, sono da preferire i cibi che contengono antiossidanti, come frutti rossi, agrumi uva, carote e pomodori, e cibi ad azione drenante, come cetriolo, sedano, carciofo, finocchio, ananas e anguria.

La fonte principale di carboidrati deve essere rappresentata dai cereali integrali, che hanno un buon apporto in fibre e aiutano a raggiungere prima il senso di sazietà. Le proteine vegetali sono da preferire, ma possiamo integrarle con latticini freschi magri, o con del pesce azzurro, che è anche fonte di acidi grassi essenziali. Per questo stesso motivo, nel menu detox possiamo introdurre in piccole quantità anche frutta secca, avocado e olio extravergine di oliva.

Ecco un possibile menu detox che possiamo seguire per una o due settimane per ritrovare slancio e vitalità.

Iniziamo la giornata con una tazza di acqua tiepida e il succo di un limone, a stomaco vuoto, per riattivare e idratare l’apparato digerente. Poi facciamo colazione con una porzione di yogurt magro, un cuccchiaio di miele, una manciata di cereali integrali e della frutta fresca a cubetti. Come spuntino di metà mattina, una mela verde con la buccia, 3-4 mandorle, oppure una decina di mirtilli.

Ricordiamoci di bere spesso acqua durante la giornata, per arrivare almeno a due litri, e di ridurre il consumo di caffé, sale e pepe. A pranzo, possiamo consumare un piatto unico di pasta, riso, orzo o farro integrali con abbondanti verdure miste saltate in padella, condito con olio extravergine di oliva, timo e limone. A metà pomeriggio, un centrifugato di frutta e verdura, oppure una tisana accompagnata da un frutto, oppure dei croccanti gambi di sedano, finocchio e carote.

Per cena, un filetto di pesce azzurro al vapore, alla griglia o al cartoccio, accompagnato da verdure miste e condito con olio extravergine di oliva, erbe aromatiche, zenzero e limone. Oppure una crema di verdure e legumi, accompagnata da un cucchiaio di ricotta magra, una decina di semi di girasole e un cucchiaio di olio di oliva. Prima di coricarci, poi, possiamo concederci una buona tazza di tisana calda al tarassaco o al cardo mariano, che favoriscono la funzionalità renale ed epatica.

Di Carmen Zedda, Nutrizionista di Bologna si occupa di diete per sportivi, educazione alimentare, dieta personalizzata.