Pettole con olive nere e acciughe - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Food
12/12/2016

Pettole con olive nere e acciughe

Pettole con olive nere e acciughe

Tipo di piatto:

Snack e Finger Food

Preparazione:

45 minuti

Difficoltà:

media

Ingredienti:

Filetti di acciughe Nostromo all'olio d'oliva

10 - 12

Farina 0

250 g

Acqua

170 ml

Lievito

5 g

Miele

un cucchiaino

Sale

2 g

Olive nere snocciolate

2 cucchiai

Olio per friggere

q.b.

Dall’11 novembre in poi in Puglia c’è un goloso punto di riferimento per ogni occasione.
Sono le pettole, ovvero bocconi di pasta lievitata fritta, dolci o salati, che vengono preparati e serviti in tutta la regione a seconda delle occasioni.
Si parte da Lecce con San Martino e la festa del vino nuovo, si passa a Taranto per Santa Cecilia, a Brindisi per l’Immacolata, a Foggia per la Vigilia di Natale e in tante famiglie anche la mattina dell’ultimo dell’anno.
In occasione della Vigilia di Natale e di Capodanno, le pettole vengono fritte già dal mattino per essere gustate come spuntino di mezzogiorno in attesa del cenone della sera.
Sembrano già tante, ma le tradizioni legate alle pettole non finiscono qui.
In ogni piccolo paese della Puglia si celebrano le feste autunnali e invernali con questa frittella, così amata da aver coniato un detto che tradotto suona così: “Con l’Immacolata si preparano le prime pettole e con la Candelora le ultime”.
Nella versione dolce questa frittella di pasta lievitata viene ricoperta con zucchero, miele o vino cotto, mentre nella versione salata può essere arricchita con ingredienti particolari come le olive, le acciughe, i pomodori secchi o addirittura il baccalà.
Al di fuori di sagre o feste di paese, le pettole possono essere preparate per un aperitivo sfizioso oppure come antipasto.
Per una pausa in compagnia puoi servirle dentro coni di carta, sono divertenti da presentare e pratici da utilizzare.

Per quanto riguarda il gusto, divertiti a insaporirle con gli ingredienti che ti piacciono di più. Puoi aggiungere spezie come origano e peperoncino, cubetti di salumi o formaggio, ma se vuoi ottenere il meglio scegli ingredienti saporiti come i filetti d’acciughe all’olio di oliva, le olive o i pomodori secchi!

Procedimento:
Versa la farina in una terrina oppure direttamente nella ciotola dell’impastatrice. Fai sciogliere il lievito e il miele nell’acqua, versa sulla farina e inizia a impastare. Mescolare rapidamente e aggiungi il sale, poi continua a impastare finché l’impasto sarà liscio e omogeno.  Dovrai ottenere un composto piuttosto molle.
Trita grossolanamente le olive e i filetti di acciughe e aggiungili all’impasto. Amalgama bene il tutto, poi forma una palla e poni a lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio.
Ci vorranno almeno 3 ore.
Quando l’impasto è pronto, prepara un pentolino con olio fondo, poi bagna un cucchiaio nell’olio stesso e preleva una pallina di impasto.
Quando l’olio è ben caldo tuffa le pettole nell’olio e falle cuocere girandole spesso, fin quando saranno dorate e ben gonfie.  Ci vorranno circa 2 minuti.
Scola le pettole e ponile su un foglio di carta assorbente per far assorbire l’olio in eccesso.

Una volta pronte, non rimane che godersi la bontà di questi preziosi bocconcini!