Più belli e depurati con i cetrioli - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Nutrizione&Benessere
14/09/2016

Più belli e depurati con i cetrioli

Più belli e depurati con i cetrioli

 

Il cetriolo è un fresco ingrediente che non può mancare sulle nostre tavole durante l’estate. La sua polpa è composta al 95% da acqua e per questo è un alimento ideale per reidratare e disintossicare l’organismo durante la stagione calda. Possiamo consumarlo in gustose insalate miste, in abbinamento con lattuga, pomodoro, olive e tonno o sgombro, oppure in sfiziosi sandwich  con pane integrale, una mousse di tonno e maionese e origano fresco.

Forse non tutti sanno che la maggiore concentrazione di sali minerali e vitamine è nella buccia e nei semi: per questo è preferibile lavare con cura i cetrioli e consumarli senza sbucciarli. Tra i preziosi nutrienti troviamo fibre, potassio, magnesio, ferro, silicio, fosforo, vitamina A, B, C, zuccheri semplici, enzimi e aminoacidi, quali arginina, alanina, leucina, lisina, acido aspartico e acido glutammico.

L’assunzione regolare di cetriolo ha un effetto benefico sulla pelle e sugli organi interni. In particolare su stomaco, fegato, intestino e reni, grazie alle proprietà diuretiche, perché contribuisce a eliminare più rapidamente tossine e sostanze di scarto, aiutando così a prevenire la formazione di calcoli renali e infezioni urinarie.

Una delle sostanze più importanti contenute nel cetriolo è l’acido tartarico. Si tratta di una sostanza che impedisce la trasformazione dei carboidrati in lipidi: questa particolarità, oltre alla grande quantità di acqua contenuta, rende il cetriolo particolarmente adatto nei regimi alimentari drenanti e ipocalorici.

L’assunzione di cetrioli è particolarmente indicata per le persone anziane e per chi soffre di artriti e dolori articolari: la presenza di silicio, infatti, favorisce la rigenerazione del tessuto connettivo e contribuisce ad alleviare le infiammazioni.

 

Tra le altre virtù benefiche del cetriolo possiamo citare quelle digestive, contro i dolori addominali, per l’abbassamento dei livelli di colesterolo LDL nel sangue e per la stabilizzazione della pressione sanguigna. Studi clinici indicano come l’assunzione regolare di cetriolo svolga una funzione antitumorale, proprio per le proprietà depurative del vegetale.