Prepariamoci al cenone di Natale - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Nutrizione&Benessere
21/12/2016

Prepariamoci al cenone di Natale

Prepariamoci al cenone di Natale

 
Il periodo delle feste è alle porte e l’agenda è già fitta di appuntamenti con amici, colleghi e parenti per scambiarsi gli auguri. Aperitivi, pranzi cene: un periodo pieno di tentazioni, per chi è attento alla linea. Ma cosa possiamo fare per superare Natale e Capodanno senza indigestioni, appesantimenti e rimorsi?

 

Per concederci qualche sfizio in più al cenone, dobbiamo partire con un po’ di anticipo, cercando di rendere ancora più salubre il nostro stile di vita. Ecco dieci consigli per superare indenni le feste.

  1. No al digiuno, sì alla moderazione
    Facciamo tre pasti principali durante la giornata e due spuntini. Anche durante gli appuntamenti insieme, cerchiamo di fare piccole porzioni, masticando lentamente: in questo modo potremo gustare di più il cibo, raggiungere prima il senso di sazietà e mantenere alto il metabolismo, senza affaticare l’organismo.
  1. Attenzione ai grassi
    Cerchiamo di evitare dolciumi, fritture, condimenti e cibi ricchi di grassi, per non appesantirci. Usiamo olio extravergine d’oliva a crudo come condimento, senza esagerare con la quantità al pasto.
  1. Poco sale
    Introdurre troppo sodio nella nostra dieta è una cattiva abitudine che può portare spiacevoli conseguenze al nostro apparato cardio-circolatorio. Cerchiamo anche in questo periodo di insaporire le nostre pietanze con spezie e aromi naturali come pepe, peperoncino, curcuma, rosmarino, salvia e evitiamo di consumare cibi pronti salati.
  1. Attenzione agli aperitivi
    Agli aperitivi ci sono tantissime tentazioni: cocktail molto alcolici, snack salati, salumi, formaggi stagionati, intingoli, fritture. Per non rimpiangere gli sfizi, concentriamoci su alimenti e bevande salutari: proviamo allora a concederci un bicchiere di bollicine o un analcolico per brindare, e dal buffet scegliamo frutta, verdura e pesce. L’alternativa social? Concentriamoci sulla conversazione e sull’aspetto relazionale della serata, per riempire piattino e bicchiere solo una volta.
  1. Attenzione agli alcolici
    Nel periodo delle feste ci saranno parecchie cene e brindisi: cerchiamo di limitare la consumazione di alcolici e superalcolici, che hanno molte calorie e appesantiscono il fegato. Da evitare anche bevande gassate e zuccherine, che danno anche senso di gonfiore.
  1. Meglio l’acqua
    Ricordiamoci di bere almeno due litri di acqua al giorno: ci aiuterà a depurare l’organismo e a compensare gli eccessi di stuzzichini, dolcetti e cocktail. Proviamo a cominciare la giornata con un bicchiere di acqua tiepida e limone, per un immediato effetto detox.
  1. Sì a frutta e verdura
    La nostra dieta quotidiana deve prevedere almeno cinque porzioni di frutta e verdura colorate: così potremo assumere le giuste quantità di vitamine, minerali e fibre per sentirci in salute. Portiamo con noi in ufficio degli spuntini di frutta e verdura lavate e tagliate per non cedere a snack fuori pasto.
  1. Proteine vegetali e pesce
    Per assicurarci la giusta dose di proteine senza preoccuparci dei grassi, cerchiamo di moderare i salumi e formaggi a favore di legumi e pesce. Una porzione di tonno o di salmone (fresco oppure in conserva) accompagnato da spinaci al vapore oppure una vellutata di fave e bietole costituiscono un piatto sano e gustoso.
  1. Cereali? Sì, ma integrali
    Non possiamo pensare di evitare i pane, pasta, riso e focaccia per tutto il periodo delle feste. Possiamo però scegliere di mangiarne delle quantità minori e di scegliere prodotti integrali. Con crusca e fibre, raggiungeremo prima il senso di sazietà e aiuteremo la funzionalità intestinale.
  1. Sì allo sport
    Troviamo il tempo di praticare un’attività fisica adeguata al nostro stato di salute 2-3 volte a settimana. In alternativa, proviamo a camminare per almeno mezz’ora tutti i giorni: basterà scendere con qualche fermata di anticipo dal tram o parcheggiare la macchina più lontano per tenerci in allenamento.