Tanti piatti unici per la pausa pranzo - Profondamente buono

Buono a sapersi

Ogni settimana tanti consigli e curiosità firmati
dalla food blogger Teresa Balzano, dalla nutrizionista Carmen Zedda
e dalle viaggiatrici cosmopolite PinkTrotters.

Nutrizione&Benessere
22/12/2017

Tanti piatti unici per la pausa pranzo

Tanti piatti unici per la pausa pranzo

Per il nostro benessere, non dobbiamo stare attenti solo a quello che si mangia durante le feste natalizie e nelle cene fra amici: la nostra attenzione deve anche soffermarsi su cosa mangiamo quotidianamente, come nel pranzo in ufficio. La verità, infatti, è che ogni tanto ci possiamo concedere uno strappo alla regola: il bicchiere di vino in più al ristorante o la fetta di panettone con i nostri cari non pregiudicano nulla, a patto di seguire un’alimentazione corretta nella vita di tutti i giorni e di fare quel po’ di attività fisica necessario a rimanere in forma.

Ma com’è possibile seguire una dieta equilibrata se dobbiamo mangiare al lavoro? La tentazione di pranzare al bar sotto l’ufficio è grande, perché ci permette di sfruttare a pieno i minuti della pausa, ma in questo modo saremmo costretti a nutrirci di insalatone di cui non conosciamo esattamente gli ingredienti, o ancora peggio di pizzette e panini. Ecco quindi alcune idee per realizzare di piatti unici, veloci e gustosi, per cibarsi in modo sano ed equilibrato senza fare il pieno di carboidrati e calorie.

Impossibile non partire dall’insalata, sia perché si può preparare facilmente, sia perché la lattuga, che è composta principalmente da acqua e fibre, a dispetto del contenuto calorico molto limitato ci dà un senso di sazietà, senza appesantirci. Il rischio è di insistere con la stessa ricetta fino a stancarci, ma lo si può evitare facilmente perché le varianti, per nostra fortuna, sono praticamente infinite: si va dalla classica insalata lattuga e pomodori, alla versione esotica con avocado e mango, fino alla Ceasar Salad e all’insalata di pollo. Fondamentale, per non compromettere la linea, è il discorso condimenti: senape, salsa Worcestershire e salsa allo yogurt sono decisamente da preferire rispetto alla maionese, molto calorica anche nella versione light.

Ci sono poi parecchie insalate che non hanno nulla a che fare con la lattuga: quella siciliana con le arance, per esempio, preparata con i finocchi, oppure la tonno e fagioli, o ancora l’insalata di ceci o la caprese, un piatto della nostra cucina che riesce ad abbinare leggerezza e gusto come pochi altri. Un’altra ricetta utile per mangiare bene e sano è sicuramente il cous cous: oltre ad avere circa la metà delle calorie di pasta o riso, è buono anche freddo. Lo si prepara tradizionalmente con verdure, pesce o pollo, ingredienti ricchi ed estremamente salubri, ma i più golosi possono optare per la variante alla trapanese, che lo abbina a calamari, cozze, vongole e gamberi.

In tema di piatti unici freddi, il mare del resto ha molte risorse da offrirci. Solo le cinture nere in cucina sono in grado di preparare il sushi, ma esistono diverse ricette alla portata di tutti: le zucchine ripiene di tonno, oppure il salmone marinato con verdure alla julienne, o ancora l’insalata di polpo e patate. Chi avesse voglia di un piatto di carne, invece, può concedersi del roastbeef con verdure grigliate oppure un piatto di bresaola, rucola e parmigiano; insalate di riso e paste fredde, infine, sono perfette per quando abbiamo voglia di carboidrati, ma non di affidarci alla roulette russa dei panini da bar.

Insomma, prepararsi quella che i milanesi chiamano schiscetta da portare al lavoro è una mossa vincente sia per la nostra linea, sia per il nostro palato: tutto quello che dobbiamo fare è prenderci un po’ di tempo nel weekend o alla sera e dare libero sfogo alla nostra fantasia in cucina.

Di Carmen Zedda, Nutrizionista di Bologna si occupa di diete per sportivi, educazione alimentare, dieta personalizzata.